triennale milano

Triennale Milano, dove mangiare

Mangiare alla Triennale di Milano, si può!Ecco alcuni suggerimenti che sazieranno la vostra fame di cultura e non solo.

Tra cibo e cultura alla Triennale Milano

Torna a Milano dopo 20 anni  la La XXI Esposizione Internazionale della Triennale.  Fondata a Monza nel 1923  la Triennale di Milano è nata in occasione della I Biennale delle arti decorative dell’ISIA ad opera di Guido Marangoni. In seguito è stata trasferita a Milano nel 1933, anno della costruzione del Palazzo dell’Arte di Giovanni Muzio, realizzato grazie alla volontà dell’industriale tessile Antonio Bernocchi.

Questa edizione della  Triennale Milano  si articola in un programma di mostre, eventi, call, festival e convegni diffusi in tutta la città, dal Palazzo della Triennale alla Fabbrica del Vapore, dal Pirelli Hangar Bicocca (a proposito se ci andate mangiate al loro Bistrot)  ai Campus del Politecnico, dal Campus della IULM al MUDEC (anche il MUDEC ha un Bistrot )dal Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” a BASE Milano, dal Palazzo della Permanente all’Ex Sito Expo, dal Museo Diocesano alla Fondazione Pirelli, dall’Università degli Studi di Milano al Grattacielo Pirelli, dall’Accademia di Belle Arti di Brera al Triennale ExpoGate fino alla Villa Reale di Monza. Mangiare nelle varie location delle mostre non è difficile come per esempio mangiare al Bistrot sulla terrazza della Triennale .  Fra le mostre ospitate nelle varie location:

  • Neo Preistoria – 100 Verbi, a cura di Andrea Branzi, Kenya Hara
  • TDM 9. W – Women in Italian Design, a cura di Silvana Annicchiarico
  • Architecture as Art, a cura di Pierluigi Nicolin
  • Sempering, a cura di Luisa Collina, Cino Zucchi
  • New Crafts, a cura di Stefano Micelli
  • La Metropoli Multietnica, a cura di Andrea Branzi

City After the City, direzione di Pierluigi Nicolin con le mostre:

  • Landscape Urbanism, a cura di Gaia Piccarolo
  • Urban Orchard, a cura di Maite Garcia Sanchis
  • Expanded Housing, a cura di Matteo Vercelloni
  • People in Motion, a cura di Michele Nastasi
  • Street Art, a cura di Nina Bassoli

Tutte le location hanno un bistrot o, come minimo un bar, ma è certo che in occasione di queste mostre e sopratutto nei week end potreste imbattervi negli street food che oramai a Milano la fanno da padrone e cosi potrete gustare le mozzarelle e i derivati di Bianco Bufala o acquistare i cestini da pie sic di California Bakery o, infine, le specialità salentine di La Puccia

I nostri consigli non sono sponsorizzati, quello che proponiamo è frutto del lavoro del team di Appetitoso che ogni giorno elabora e combina decine di sorgenti di informazione per offrirti il meglio. Siamo “la persona del posto” che sa sempre cosa consigliarti!

Tutti questi contenuti e molto altro ancora lo puoi trovare sulla nostra app, il primo vero motore di ricerca per il cibo.

TI É PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? ISCRIVITI AL BLOG PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO

Commenti

Commenti inseriti